Misurazione Pressione Arteriosa

pressioneLa pressione arteriosa è la pressione che il sangue esercita sulle pareti delle arterie e che lo fa scorrere nel sistema cardiocircolatorio. La pressione sale e scende seguendo i cicli che compie il cuore: è massima quando il cuore si contrae (pressione sistolica) ed è minima quando il cuore si rilascia (pressione diastolica).
Ipertensione Arteriosa è stata definita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) la pressione che in più rilevazioni è uguale o superiore al valore di 140 mmHg di sistolica (Ipertensione Arteriosa Sistolica) o 90 mmHg di diastolica (Ipertensione Arteriosa Diastolica).

Perché misurare la pressione?
L’ipertensione può causare danni al sistema cardiocircolatorio, che possono come ictus o infarto. Il solo modo per sapere se si è ipertesi consiste nel sottoporsi periodicamente a dei controlli. I dati ottenuti in singole misurazioni vanno interpretati con cautela: la pressione arteriosa è infatti soggetta a oscillazioni. Per questo la diagnosi di ipertensione richiede numerose misurazioni effettuate nel corso di diverse visite mediche.

Suggerimenti per una corretta misurazione della pressione:
• attendere almeno 1 ora dopo aver assunto cibi, caffè o tè, dopo uno sforzo fisico moderato-intenso o dopo aver fumato.
• se si sente lo stimolo di urinare, occorre farlo prima di procedere alla misurazione;
• prima di effettuare il controllo, si deve rimanere seduti e rilassati per 5 minuti circa;
• la misurazione va effettuata in posizione seduta con il braccio appoggiato ad un piano orizzontale all’altezza del cuore senza parlare;
• è consigliabile misurare la pressione arteriosa preferibilmente alla stessa ora e nello stesso braccio;
• è opportuno ripetere la misurazione a distanza di 2 minuti dalla precedente, registrando i valori di entrambe le misurazioni su un apposito diario.

La misurazione della pressione arteriosa è molto importante per valutare la salute del sistema cardiovascolare. Per gli anziani, gli ipotesi e gli ipertesi il controllo deve essere frequente. E’ consigliabile anche agli individui sani e giovani effettuare almeno tre volte all’anno la misurazione della pressione, visto che una pressione elevata non sempre si manifesta con disturbi evidenti come ronzii auricolari, forte cefalea, stanchezza.

In parafarmacia la misurazione viene effettuata mediante apparecchiature elettroniche digitali di alta qualità che memorizza i risultati di pressione massima e minima su un display a cristalli liquidi. L’apparecchio rileva anche le pulsazioni cardiache espresse come numero di battiti al minuto. Al termine della misurazione i risultati vengono stampati su una scheda, sulla quale compare anche un tracciato formato da tanti punti che riproducono i battiti cardiaci: è possibile quindi rilevare la presenza di anomalie ritmiche.
La misurazione della pressione arteriosa è un servizio gratuito attivo tutti i giorni: inoltre sono in vendita sfigmomanometri elettronici automatici per l’automisurazione della pressione a casa, delle principali marche presenti in commercio, che garantiscono risultati validi e semplicità d’utilizzo.